Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

simeone.overblog.com

simeone.overblog.com


La vergogna va in Radio

Pubblicato da Enzo Cilento su 28 Maggio 2015, 19:02pm

Tags: #attuale

Quelli come lei devono sparire: siete un cancro per la nostra vita e per il nostro Paese.

Ieri sera ho sentito qualcosa del genere nel corso del programma radiofonico Zapping (RadioUno). C'ho dormito poco e mi sono sentito ferito, indignato, offeso. Nessuno di noi è un cancro: io non sono un cancro.

A pronunciare la fatwa nella fattispecie, e la sentenza di morte, un sedicente cattolico praticante (come me...); credente (come me); incapace di accogliere chicchessia (come me e molti tra noi). Il giudice di cui sopra si rivolgeva ad una donna, forte quanto si vuole, un esponente poltico del Pd, attivista dei diritti Lgbt che commentava anche in modo molto garbato oltretutto l'ultimo referendum in tema di matrimonio tenutosi in Irlanda nei giorni scorsi.

Ne sono rimasto sconvoto e ne ho provato vergogna: nessuno di noi può essere definito e liquidato così. Nessuno che oltretutto stia solo attraversando la fatica di vivere e di far vivere chi con difficoltà attraversa la sua vita e la propria condizione umana.

La Concia non ha fatto una piega: ha solo ricordato con un filo di amarezza il tanto dolore e le tante cose che ha dovuto subire e vivere, le brutte frasi che le sono state rivolte da trent'anni a questa parte.

Ed io mi sono sentito un nano, una nullità, perchè nessuno può usare Cristo per dar della cellula tumorale da estirpare ad altri.

Vorrei dire da uomo e poi da credente alla signora Concia che non siamo tutti così, che mi dissocio, che provo vergogna per questi modi e per questo modo di pensare.

In ginocchio, va chiesto perdono, certe volte.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post

Archivi blog

Social networks

Post recenti